PH dell’acqua

ACQUA PURA E LEGGERA

CONSIDERAZIONI DI “Mr. HORACE MANSFIELD”
KANSAS CITY – USA
(Ex presidente “Water Quality Association” USA. Portavoce ufficiale del “Drinking Water
Forum Subcommitee” USA e riconosciuto fra i massimi esperti mondiali di problemi
sull’acqua potabile).

Ci sono alcuni argomenti che, per scarsa conoscenza o per partito preso, rendono diffidenti verso l’osmosi. Uno di questi è “l’osmosi rimuove i sali minerali”. Per rendersi conto dell’infondatezza di tale pensiero è necessario che si sappiano alcune cose indispensabili per capire l’argomento:
gli esperti della salute pubblica raccomandano vivamente a tutti di bere almeno 8 bicchieri di acqua al giorno, la maggior parte delle persone fa fatica a berne anche la metà.
Per ingerire la RDA (Recomanded Daily Allowance = dose giornaliera raccomandata) di alcuni sali minerali utili all’organismo, una persona, di Boston o di Milano, dovrebbe bere:
– 676 bicchieri d’acqua al giorno per ottenere la RDA del calcio;
– 1846 bicchieri d’acqua al giorno per ottenere la RDA del ferro;
– 168.960 bicchieri d’acqua al giorno per ottenere la RDA del fosforo;
Tutto questo non è assurdo ed assai improbabile? Le stesse persone che già fanno fatica a bere meno di 8 bicchieri al giorno si chiederanno: “E i miei sali minerali?” Rispondiamo ad una domanda con un’altra domanda: “Perché mai una persona intelligente dovrebbe bersi decine e decine di minerali, molti inorganici (non assimilabili) solo per essere sicuro di ingerirne uno o due di cui ha bisogno?”. “Perché dovrebbe farlo pur sapendo che nell’acqua ormai sempre più spesso ci sono sostanze estranee?”.
È risaputo o almeno tutti dovrebbero saperlo (oltre a medici ed alimentaristi) che il corpo umano assume i minerali, le vitamine, le proteine e quanto altro gli è fondamentale principalmente dal cibo che ingerisce.
Basti pensare che, in un boccone di pane, in una forchettata di pasta, in un pezzetto di formaggio o di carne, in un sorso di latte o in una banale foglia di insalata, ci sono più sali minerali che in centinaia e a volte migliaia di litri d’acqua.
XXX

ALTRE INFORMAZIONI INERENTI AL PH DELL’ACQUA:
Latte umano: pH medio 7,4ph-cascata
Liquido amniotico: pH 7-7,33
Sangue umano: pH 7,35-7,45
Acqua ideale: pH 7,4
Acqua prodotta da impianto: pH 6,5-9,5
Sul pH dell’acqua esistono due correnti di pensiero: la prima che l’acqua deve contenere sali minerali, la seconda che detti sali minerali non sono assimilabili dal nostro corpo perché inorganici, cioè non preventivamente “trattati” dai vegetali.
Un bel dilemma.
Chi ha ragione?
Acqua ricca di sali o povera di sali?
Ci permettiamo di consigliare che un’acqua povera di sali sia migliore, come ad esempio, le acque di montagna (al di sopra dei 1000 mt di altitudine).

XXX

IL GUSTO
Un altro argomento è quello sulla mancanza di gusto: dicono che l’acqua osmotizzata abbia un sapore “piatto”, “neutro” e che in pratica “non ha gusto”. Ed è vero, assolutamente vero! Ma il “non sapore” è forse sinonimo di un cattivo sapore? Forse ci si dimentica, o si ignora, che la OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) stabilisce che l’acqua per l’organismo umano deve essere assolutamente insapore, inodore, incolore. Questa caratteristica è da considerarsi, pertanto, un pregio e non certo un difetto.
La mancanza di sapore può richiedere certamente un brevissimo periodo di adattamento ma, una volta che una persona si abitua all’acqua pura, il sapore e il puzzo del cloro, e quel senso di terra in bocca rimarranno un brutto ricordo.